«A Cabras l’omaggio per Mont’e Prama»

da Facebook

Dopo Nuoro, Orosei, Olbia e Sassari, “Voci di Maggio” sbarca nella splendida cornice di Cabras: sarà la cittadina in provincia di Oristano ad ospitare, il 30 e 31 maggio, l’edizione 2015 dell’evento musicale di maggior richiamo in Sardegna. Una manifestazione, nata 15 anni fa grazie all’intuito dell’Associazione Culturale “Istentales”, che ha riunito negli anni gli artisti più rappresentativi del panorama artistico isolano e nazionale e che è poi diventata itinerante.
Per due giorni andrà insomma in scena una grande festa di popolo con migliaia di persone che affolleranno Cabras, nel cuore del Sinis, un territorio ricco di paesaggi e tesori naturalistici e artistici, abitato dall’uomo sin dal Neolitico. L’evento più atteso, il grande concerto, è in programma sabato 30 maggio a partire dalle 19 e anche quest’anno coinvolgerà artisti del panorama musicale isolano in rappresentanza delle diverse espressioni canore tipiche oltre a diversi esponenti di spicco del panorama musicale italiano. Sul palco di Cabras saliranno i Nomadi, Pago, Istentales, Tazenda, Maria Luisa Congiu, Giuliano Marongiu, Zero20, Roberto Tangianu, Benito Urgu, Marco Piccu, Nicola Cancedda, il Coro “Amici del Folklore” di Nuoro, Coro Su Nugoresu, Tenore Santa Ruche di Oniferi, il gruppo folk scalzi di Cabras e tanti altri, mentre i Boes e Merdules Bezzos di Ottana si esibiranno in un rituale commemorativo rivolto ai Giganti di Mont’e Prama, eseguendo suggestivi giri intorno al fuoco.
Nell’ampio circuito di attrattive ed eventi in programma è previsto un convegno che tratterà i Giganti di Mont’e Prama, riscoprendo così parte degli antichi valori che caratterizzano la civiltà sarda. Durante il convegno, verrà presentato il nuovo videoclip della canzone “Mont’e Prama” con a seguire la presentazione del nuovo libro “Akentu” che tratta la carriera del gruppo musicale Istentales in un percorso temporale di 20 anni.

Cabras, insomma, sarà il teatro ideale dell’edizione 2015 di “Voci di Maggio”, che anche quest’anno richiamerà migliaia di spettatori in un irresistibile fine settimana all’insegna dello spettacolo e delle tradizioni.

Da “La Nuova Sardegna del 14 marzo 2015 “: Gigi Sanna degli Istentales parla di “Voci di maggio”

di Pasquale Porcu

image

CABRAS. Voci di Maggio 2015: sarà una grande festa di popolo sotto il segno dei Giganti di Mont’e Prama. La data è già fissata: 30 e 31 maggio. Ovviamente a Cabras. «La nostra, come succede ormai da 15 anni è una manifestazione itinerante_ dice Gigi Sanna, leader del gruppo Istentales, organizzatori dell’evento_ E questo, che è l’anno dei Giganti e dell’Expo, non poteva che avere come teatro quello di Cabras».

Tutto ruoterà intorno alle grandi statue ritrovate a Mont’e Prama, dai convegni, agli eventi collaterali, alla musica che anche quest’anno avrà un ruolo importantissimo. La band di punta della manifestazione sarà quella dei Nomadi, un gruppo per molti versi in sintonia, come filosofia, con gli Istentales: musica e canzoni al servizio di un impegno civile.

Ma i gruppi invitati sono tantissimi: dai Tazenda a Benito Urgu, dai Collage alle Balentes e ai Boes e Merdules. E poi i Tenores di Bitti, Maria Luisa Congiu da Oliena, Giuseppe Masia, Pago, Gli Amici del Folclore di Nuoro e tanti altri. Compresi i nuovi talenti che potranno utilizzare il palco di “Voci di Maggio” come momento importante di verifica della loro artistica.

voci di maggio

«Il format  conferma Gigi Sanna è più o meno lo stesso che abbiamo sperimentato in questi anni e in particolare nell’ultima edizione, quella di Sassari dello scorso anno in piazza d’Italia: spettacolo ma anche iniziative che avranno una ricaduta economica sul territorio. Grazie alla Coldiretti, perciò, sarà possibile accendere l’attenzione non solo sulle produzioni agroalimentari sarde con il mercato regionale di Campagna Amica che per due giorni animerà la manifestazione. Ma anche con la organizzazione di momenti di conoscenza e promozione delle attività economiche del territorio: dalla cultura e le tradizioni degli stagni a quelli del mare. I pescatori non solo potranno raccontare la loro attività lavorativa ma faranno vedere come si costruiscono o si riparano le reti da pesca».

Ma l’attenzione, come è ovvio, sarà monopolizzata dai Giganti di Mont’e Prama. « Stiamo lavorando , insieme al comune di Cabras, alla organizzazione di un convegno che coinvolgerà archeologi ed esperti di diverse discipline che facciano capire qual è la portata dei ritrovamenti e soprattutto il modo con cui la Sardegna potrà utilizzare quei tesori».

A Cabras verrà presentato la clip degli Istentales che andrà all’Expo di Milano. Clip che contribuirà a portare in Sardegna molti dei visitatori della maninfestazione milanese.

«Quest’anno_ dice Gigi_ festeggeremo anche i venti anni di attività del nostro gruppo con un libro che racconterà la nostra storia e con un disco che verranno distribuiti con la Nuova a metà maggio».

Come vuole la tradizione, l’evento verrà arricchito dalla presenza dei migliori atelier di moda della Sardegna, a partire dalla sartoria Ninu di Nuoro che, come da consuetudine, vestirà con abiti etnici il gruppo ospite di ques’anno, quello dei Nomadi.

La manifestazione che verrà presentata da Giuliano Marongiu, avrà anche una importante presenza di stand gastronomici: non solo carni arrosto di vitelli e maialetti ma anche i meravigliosi pesci della laguna di Cabras. A fare da contorno spettacolare alla kermersse anche le gare di tosatura e le gimkane con i trattori organizzate dalla Coldiretti.

wpid-fb_img_1430309036873